1 December 2020

Ultimi annuvolamenti poi qualche giorno in compagnia dell’alta pressione

Da una parte l’Atlantico con le sue perturbazioni arenate sui settori più occidentali dell’Europa, dall’altra il continente con la sua alta pressione che dalla regione scandinava sposterà i suoi massimi sull’Europa centro-orientale e l’Italia al momento nel mezzo, in procinto di finire sotto l’egemonia di quest’ultima figura atmosferica.

Ne risulta un braccio di ferro tra gli annuvolamenti, che rimarranno sempre più confinati tra Isole Maggiori ed estremo nord-ovest e il sereno che man mano avanza da est.

In queste poche parole abbiamo già riassunto il tempo che ci attende nei prossimi giorni. Fino a martedì 14 febbraio quindi le nuvole potranno ancora insistere come detto sui versanti più occidentali del nostro Paese e probabilmente sulla Sardegna ci sarà anche qualche pioggia, poi da mercoledì 15 le nubi si diradano e fino a venerdì 17 il sole avrà l’esclusiva.

Tale situazione si ripercuoterà anche sul campo delle temperature che tra il 15 e il 17 febbraio sono previste in aumento, tale da portarsi su valori al di sopra della media fino a 3-4 gradi sui settori peninsulari, con scarti più rilevanti soprattutto sulle regioni settentrionali.

Da sabato 18 il pallone anticiclonico sembra cedere in favore di una nuova ripartenza delle correnti atlantiche, ma con effetti e conseguenze ancora tutte da valutare.

Luca Angelini

Ultimi annuvolamenti poi qualche giorno in compagnia dell’alta pressione