28 January 2021

ULTIMISSIME: a partire dal 9-10 luglio farà meno caldo

carta probabiliGià da qualche giorno avevamo osservato la possibilità di una ripresa del flusso temperato occidentale sull’Atlantico, evidenziando in questo articolo la possibilità che entro la seconda decade del mese possa fare un po’ meno caldo. Le elaborazioni probabilistiche di oggi, giovedì 2 luglio, sembrano confermare questa tendenza, evidenziando una nuvola di scenari che convergono verso la dipartita dell’esasperato anticiclone nord-africano e il subentro di quello più sobrio delle Azzorre.

Il punto nodale di questo possibile cambiamento, avverrà a metà della prossima settimana, tra martedì 7 e giovedì 9, allorquando la coda di una perturbazione atlantica lambirà il nostro settentrione, apportando lungo le Alpi una passata temporalesca con annesso un primo refrigerio, a testimonianza di un possibile parziale e lento ricambio della massa d’aria.

spaghiLa figura in alto ci mostra la possibile distribuzione dei campi di pressione in quota (5.500m) e mette in evidenza sia il possibile intervento dell’anticiclone atlantico da ovest, sia la parziale influenza di una depressione balcanica da est.

Insomma farà un po’ meno caldo, anche se il quadro termico generale potrebbe rimanere al di sopra della media.

Un quadro confermato dal grafico d’ensemble (seconda figura), ove preme far notare che l’unica corsa deterministica a dissociarsi da tale scenario, e a proporre una nuova rimonta del caldo dopo il 12-13 luglio, sia quella operativa del modello americano GFS.

Va da sè che, in questi termini, l’attendibilità della prognosi tende a deteriorarsi, rendendo senz’altro d’obbligo tornare su questo “scottante” discorso nel corso dei prossimi giorni. E vi assicuro che ne vedremo delle belle.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.