3 August 2020

Ultimissime: dove potrebbe PIOVERE mercoledì 13 aprile?

Stretto a morsa tra un promontorio mobile di alta pressione, ben strutturato dal nord Africa verso il Mediterraneo centrale e una ampia e profonda depressione posta alla deriva dell’Atlantico portoghese, un letto di correnti miti scorre dai quadranti meridionali verso l’Italia. La rotazione dell’asse depressionario farà in modo di inviare nelle prossime ore un modesto asse di saccatura verso le nostre regioni settentrionali, dove pertanto è prevista una temporanea instabilizzazione del tempo soprattutto nella giornata di domani, mercoledì 13 aprile.

Un corpo nuvoloso infilato a ridosso dell’asse di saccatura citato, potrà dar lungo quindi allo sviluppo di nuvolosità irregolare, in transito un po’ su tutto il settentrione. Saranno possibili anche precipitazioni, in prevalenza sotto forma di rovescio, per lo più a carattere sparso, in spostamento da ovest verso est.

La maggior probabilità di precipitazioni, come si può riscontrare dalla figura allegata, elaborata dagli amici di Meteonetwork, si concentrerà soprattutto a ridosso dell’area alpina. Interessate quindi Valle d’Aosta, Piemonte (ad eccezione forse della pedemontana più occidentale, Lombardia e Triveneto. Non si escludono temporanei sconfinamenti anche sui settori padani posti a nord del fiume Po.

Possibilità di ulteriori fenomeni anche nella prima parte di giovedì 14 lungo i settori alpini di confine dell‘Alto Adige e sul Friuli Venezia Giulia, comunque in fase di successivo esaurimento.

Quota neve prevista mediamente sulle Alpi intorno a 1.800-2.000 metri, anche se non si esclude la possibilità di episodi grandinigeni che a carattere locale potranno imbiancare temporaneamente anche quote più basse. A seguire lieve calo delle temperature e rinforzo del vento da nord, con passaggio a condizioni favoniche giovedì al nord-ovest.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.