23 October 2020

Ultimissime: uragano categoria 5 pronto a investire il Messico

patriQuesto fa davvero paura. Il ciclone tropicale Patricia, rimasto “sonnacchioso” fino a ieri, ora si è improvvisamente rinvigorito e punta alla massima categoria di uragano, la 5 sulla scala Saffir-Simpson. L’improvviso rafforzamento è stato causato da una duplice azione che ha visto protagonisti da un lato la particolare posizione dell’onda temporalesca tropicale, e dall’altro il fortuito transito del nocciolo vorticoso al di sopra di acque particolarmente calde (circa 33-34°C).

Fatto sta che ora l’uragano, al massimo della sua potenza, sta puntando dritto le coste pacifiche del Messico. La probabilità che si verifichino precipitazioni dell’ordine di 350 millimetri di pioggia in 24 ore su porzioni molto vaste di territorio è alquanto elevata (figura qui sotto).

patri3Come possiamo vedere dalla prima immagine in alto invece, le caratteristiche attuali, in tempo reale, di questa tempesta sono già particolarmente impressionanti: 298km/h di velocità media del vento con raffiche sino a oltre 360km/h, valore minimo della pressione al livello del mare ben 892hPa!

Insomma un vero mostro che piomberà quasi intatto sulla regione messicana che abbiamo focalizzato nell’ultima figura in basso.

L’impatto con la terraferma, il cosiddetto land-fall, avverrà nella giornata odierna, dunque per le popolazioni interessate sussiste il serio pericolo di non avere a disposizione il tempo sufficiente a prendere le dovute precauzioni.

patri1Lo stesso land-fall causerà poi nella giornata di domani un progressivo indebolimento del ciclone, che verrà declassato a tempesta tropicale, ma che nel frattempo avrà percorso qualche centinaio di chilometri su territori densamente popolati.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.