25 November 2020

Un mercoledì da pieno inverno al centro-sud, il Bollettino della Protezione Civile

A corredo della già ampia trattazione generale che abbiamo approfondito nel nostro ultimo VIDEO meteo, con il nostro set di previsioni, alleghiamo senz’altro il Bollettino di Vigilanza Meteo emesso dal Dipartimento della Protezione Civile, in modo tale da avere un quadro completo della situazione che ci attende. Vi anticipo che al centro, al sud e sulle Isole pioverà, farà freddo, ci sarà vento e in montagna nevicherà, anche a quote piuttosto basse.

Ma ecco il Bollettino ufficiale:

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio, su Appennino emiliano, Romagna e Marche, con quantitativi cumulati puntualmente moderati.
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su settori adriatici abruzzesi e molisani e su Puglia, Basilicata, Campania meridionale, Calabria e Sicilia centro-orientale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
– isolate sul resto del Centro-Sud peninsulare, sul resto della Sicilia e sui restanti settori orientali e meridionali della Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 200-500 m su Appennino emiliano, Romagna, Marche, Umbria e Toscana, con apporti al suolo moderati sulla fascia collinare ed appenninica emiliano-romagnola e marchigiana, deboli sulle restanti zone; al di sopra dei 400-600 m sull’Abruzzo e sul Piemonte sud-occidentale, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 600-900 m su Lazio, Molise, Campania e Basilicata, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 1000-1200 m su Calabria e Sicilia, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: forti nord-orientali sull’alto versante adriatico e su Liguria, settori toscani a nord dell’Elba, Appennino settentrionale ed umbro-marchigiano, con raffiche di burrasca specie sui litorali di Veneto e Friuli Venezia Giulia, sul Ponente ligure e sui citati crinali appenninici; forti meridionali sulla Puglia meridionale.

Mari: da molto mosso ad agitato l’Adriatico settentrionale; molto mossi l’Adriatico centro-meridionale, il Mar Ligure, i bacini prospicienti le Bocche di Bonifacio, il Tirreno settentrionale, il Mare ed il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, lo Ionio meridionale ed il Canale di Otranto.

Report Luca Angelini

Un mercoledì da pieno inverno al centro-sud, il Bollettino della Protezione Civile