4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Venerdì 1 MALTEMPO al nord, su centrali tirreniche e Sardegna

SITUAZIONE GENERALE: una intensa perturbazione affronterà l’Italia investendola in pieno tra venerdì 1 e sabato 2 febbraio con diffuse precipitazioni (vedi cartina sopra, clic per aprirla). Venerdì in particolare risentiremo del passaggio dapprima del fronte caldo, che porterà neve anche in pianura sul nord-ovest, poi il ramo freddo che tra pomeriggio e sera spingerà rovesci, anche temporaleschi su Liguria, Toscana e Sardegna.

LA NEVE al nord: della neve in pianura sulle regioni nord-occidentali abbiamo ampiamente trattato nel nostro ultimo intervento VIDEO (vedi a fondo pagina), così come della neve abbondante in montagna, specie sulle Alpi, in quest’altro editoriale.

CENTRO-SUD: qui aggiungiamo quanto accadrà al centro e al sud, dove la catena appenninica farà dal differenza tra il versante tirrenico, dove sono attese piogge sparse e nevicate sulle cime più elevate dell’Appennino, e quello adriatico, che rimarrà in prevalenza all’asciutto e con condizioni di variabilità. Al sud, con l’eccezione della Campania che risentirà di annuvolamenti e anche qualche pioggia, avremo invece alternanza di schiarite e annuvolamenti comunque senza conseguenze.

PROTEZIONE CIVILE: ha emanato lo stato di allerta gialla per rapido disgelo e possibili piene lungo lo spartiacque tosco-emiliano.

VENTI: meridionali moderati con rinforzi su tutta l’Italia eccetto la val Padana. Mari molto mossi.

TEMPERATURE: in aumento, anche sensibile al centro-sud, dove i valori si attesteranno al di sopra della media climatologica.

TENDENZA SUCCESSIVA: sabato 2 ulteriore instabilità su gran parte del centro-nord e in Sardegna, con clima ancora mite eccetto le pianure del nord-ovest, domenica 3 l’instabilità tende a concentrarsi al centro-sud, lasciano il nord in condizioni di variabilità. Temperature in diminuzione.

Luca Angelini