25 April 2019

Venerdì 12 i rovesci tendono a concentrarsi al centro-sud e in Sardegna

Italia ancora sotto l’abbraccio di un vortice di bassa pressione che produce annuvolamenti irregolari e rovesci sparsi. Nella giornata di venerdì l’asse del minimo tende a spostare il suo raggio d’azione verso le nostre regioni centro-meridionali.

Per questo motivo al mattino avremo le ultime piogge al nord, mentre sul resto dell’Italia avremo variabilità ma con qualche schiarita possibile. Con il passare delle ore la situazione tenderà a ribaltarsi: dal pomeriggio al nord passeremo a variabilità, con apertura di schiarite e cessazione quasi totale delle precipitazioni, al centro, al sud e sulla Sardegna i cieli si chiuderanno e avremo lo sviluppo di acquazzoni, localmente anche temporaleschi nelle zone interne.

La quota delle nevicate in montagna oscillerà tra i 1.000-1.200 metri del’Appennino settentrionale ai 1.300-1.400 metri di quello centro-meridionale e sui monti delle Isole.

I venti ruotano da nord-est al settentrione e di seguito anche al centro, dove porteranno pertanto aria un po’ più fresca e un lieve calo delle temperature, permarranno da sud-ovest al centro e saranno comunque nel complesso deboli. I mari solo localmente mossi.

Sabato 13 instabilità ancora concentrata al centro e al sud.

Luca Angelini