25 September 2018

Venerdì 14 settembre qualche TEMPORALE a spasso per l’Italia

La variabilità autunnale rimane un miraggio, tuttavia l’anticiclone, prende fiato e lascia spazio ad una modesta ondulazione ciclonica di origine atlantica. I primi temporali, come da precedente previsione, si sono manifestati qua e là lungo la Penisola e sulla Sardegna (notevoli gli accumuli di pioggia sul nord dell’Isola).

Ora tutto si sposta verso le regioni di nord-est e su quelle meridionali.

La cartina proposta in figura (click per aprirla), ci mostra quali saranno le zone dove la probabilità percentuale di rovesci, legati a questo passaggio di aria instabile in quota, sarà maggiore: regioni di nord-ovest (segnatamente le zone padane di Piemonte e Lombardia, seppur a carattere isolato) nel corso della notte, poi tutto passa sul Triveneto e su parte dell’Emilia Romagna.

Nel corso del pomeriggio focolai temporaleschi andranno sviluppandosi lungo un po’ tutte le catene montuose della Penisola e nelle zone interne della Sicilia. Anche in questo caso si tratterà di fenomeni a macchia di leopardo e di moderata intensità. Le regioni interessate saranno in questo caso Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria e, come detto, la Sicilia.

Infine, tra il pomeriggio e la serata, potrebbero nuovi isolati spunti temporaleschi potrebbero coinvolgere localmente le zone di pianura del nord Italia.

Modesto il calo delle temperature associato a tale passaggio di fenomeni, non più di 2-3°C, a causa del mancato ricambio della massa d’aria.

Luca Angelini

Venerdì 14 settembre qualche TEMPORALE a spasso per l’Italia