12 December 2019

Venerdì 15 nubi e piogge su gran parte del centro-nord e della Sardegna

Una nuova circolazione ciclonica ha preso possesso dei cieli sovrastanti l’Europa occidentale. Le nostre regioni centro-settentrionali vengono raggiunte dalle correnti meridionali umide e perturbate, mentre il sud rimarrà in questo caso un po’ più ai margini.

VENERDI 15 novembre rasserenamenti al mattino su gran parte delle regioni meridionali. Al nord, al centro e sulla Sardegna consistente copertura nuvolosa, con frequenti precipitazioni che lungo l’area alpina e prealpina lombardo-veneta, sulla Liguria di Levante, in Toscana e sul nord della Sardegna potranno essere anche copiose. Più asciutto su Piemonte, Ponente ligure, Valle d’Aosta, ovest Lombardia ed Emilia-Romagna. Nel pomeriggio ulteriori rovesci su Triveneto, Romagna, Toscana, Umbria, entroterra marchigiano, abruzzese, Lazio e nord Sardegna, in estensione verso sera nuovamente anche alla Liguria e successivamente al resto del nord-ovest. Nubi sparse al sud, ma senza fenomeni.

Quota neve in risalita sui monti fino a 1.600-1.800 metri, in nuova discesa nel pomeriggio fino a 1.000-1.200 metri sulle Alpi, 1.200-1.400 metri sull’Appennino settentrionale, Toscano e sul tratto Umbro-marchigiano, solo sulle cime più elevate su quello centrale.

Ventilazione sostenuta dai quadranti meridionali, nell’ordine dapprima Scirocco, poi Ostro e quindi Libeccio, mari molto mossi o agitati, in attenuazione sul mar Ligure. Possibile acqua alta sulla Laguna Veneta. Temperature in lieve aumento al sud.

SABATO 16 ulteriore generale instabilità, ma con fenomeni che tenderanno a concentrarsi al centro e in Sardegna e risalire dal pomeriggio anche verso il nord. Tendenza a rasserenamenti al sud, dove si avrà anche un aumento delle temperature.

Luca Angelini

Powered by Siteground