Venerdì 16 marzo, ecco chi dovrà ancora preparare l’ombrello

Una perturbazione passa ma l’area di discontinuità, ovvero il settore dove si scontrano due masse d’aria diverse, rimane attiva e si disporrà al traverso dell’Italia centrale. Questa, oltre a battere la strada ad una successiva perturbazione attesa per sabato 17, riuscirà ancora a dar luogo ad alcune precipitazioni nella giornata di venerdì 16 marzo.

Al mattino le precipitazioni, nel complesso moderate e discontinue, saranno più probabili sul comparto alpino e prealpino centro-orientale, quindi su Lombardia e Triveneto, oltre che sulla rispettiva fascia pedemontana, specie veneta, e su tutto il Friuli e la Venezia Giulia. Sempre al mattino ultime piogge possibili anche sull’estremo Levante ligure (Spezzino), sull’alta Toscana (Lunigiana, Garfagnana, Mugello e Versilia), su Lazio, Campania e Sardegna, in modo più isolato e occasionale anche in Umbria.

Nella seconda parte della giornata si intensificano le piogge su tutta la Sardegna, ancora qualche pioggia sul Lazio e anche in Abruzzo. In contemporanea peggiora lungo le creste alpine di confine occidentali (di Piemonte e Valle d’Aosta), mentre sul resto delle Alpi e occasionalmente anche sull’Appennino Ligure, non si esclude la possibilità di qualche rovescio isolato.

La quota delle nevicate si attesterà mediamente tra i 1000-1.200 metri delle zone alpine e prealpine e i 1.600-1.700 metri di tutte le altre zone.

Luca Angelini

Venerdì 16 marzo, ecco chi dovrà ancora preparare l’ombrello