23 September 2018

Venerdì 22 giugno possibili forti TEMPORALI lungo l’Adriatico

Ci siamo: la calma anticiclonica sta per venir scossa da una perturbazione nord-atlantica seguita da aria molto fresca di origine polare marittima. La traiettoria a ventaglio del corpo nuvoloso, legato ad una circolazione ciclonica particolarmente profonda per la stagione (990hPa sulla Finlandia) andrà a coinvolgere con i fenomeni annessi soprattutto il versante orientale della nostra Penisola.

Si partirà quindi con il Triveneto e il nord della Lombardia già dalla notte su venerdì. Al mattino i temporali coinvolgeranno le basse pianure venete e l’Adriatico settentrionale. Tra la tarda mattinata e le ore centrali si sposteranno, verso la Romagna, l’Emilia orientale, le Marche coinvolgendo anche l’Appennino Settentrionale. Nel pomeriggio scenderanno poi verso sud interessando Toscana interna, Umbria, Abruzzo, Molise e, in serata, la Puglia con forse la sola eccezione del Salento.

Considerando i parametri temporaleschi calcolati dalla modellistica numerica non si esclude la possibilità di fenomeni localmente forti, accompagnati anche da grandinate con chicchi di medie dimensioni, colpi di vento, piogge localmente abbondanti ( possibili picchi >80 mm/24h) e locali trombe marine a ridosso delle zone costiere.

In chiusura menzioniamo le regioni che potrebbero venire interessate dalla coda dei fenomeni, ma che si troveranno sul margine, ossia la Lombardia e il Piemonte, specie i settori orientali e il Cuneese.

Luca Angelini

Venerdì 22 giugno possibili forti TEMPORALI lungo l’Adriatico