Venerdì 23 MALTEMPO al nord, ma quota NEVE in rialzo

Una perturbazione atlantica metterà la parola fine, almeno per il momento, alla prima fase fredda della stagione, freddo che ancora resiste sulle nostre regioni settentrionali.

La giornata di VENERDI 23 novembre sarà dunque caratterizzata da condizioni di diffuso maltempo sulle nostre regioni settentrionali. Si partirà al mattino con il nord-ovest, dove spicca tra l’altro anchela possibilità di temporali sulla Liguria. Inizialmente possibilità anche di residue nevicate fino a 1.000-1.200 metri sui settori alpini e prealpini piemontesi, lombardi e valdostani, oltre che sulle cime dell’Appennino Ligure.

Poi l’inserimento dell’aria più ite atlantica e l’estensione dei fenomeni al resto del nord, con quota neve in rialzo fin verso i 1.400-1.600 metri, anche se alcune sacche di aria fredda potranno consentire temporanee fioccate a quote più basse, specie su Piemonte, Valle d’Aosta e nelle valli più strette delle altre zone alpine.

Possibilità di rovesci anche sull’alta Toscana, specie Garfagnana, Mugello, Lunigiana, Versilia, Livornese e arcipelago, mentre a tratti la Romagna potrà risentire della parziale ombra pluviometrica proiettata dall’Appennino e riceverà piogge più discontinue.

SABATO 24 infine possibile trasferimento delle piogge al centro e al sud, specie lungo i versanti tirrenici. Confermeremo con apposito editoriale.

Luca Angelini

Venerdì 23 MALTEMPO al nord, ma quota NEVE in rialzo