4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Venerdì 25 l’instabilità al sud, il vento quasi ovunque

SITUAZIONE GENERALE: il vortice corre veloce verso lo Ionio e punta ora a smuovere le acque in direzione della Grecia. La massa d’aria che si porta dietro sarà responsabile del vento forte che insisterà per gran parte della giornata dai quadranti di nord-est su molte regioni del nostro Paese, in particolare al centro, al sud e sulle Isole, mentre nubi e rovesci tenderanno a concentrarsi essenzialmente sulle regioni del medio Adriatico e al sud.

L’INSTABILITA‘: qui avremo anche la possibilità di nevicate fino a 300-400 metri su sud Marche, Abruzzo e Molise, 400-600 metri su Gargano, Campania e occasionalmente anche sul Frusinate, 600-800 metri sul resto del sud. Tempo più aperto invece sulle centrali tirreniche, ma con annuvolamenti ancora possibili su Marche, Umbria, Lazio, entroterra toscano e, al mattino, sull’ovest della Sardegna.

AL NORD: in prevalenza soleggiato invece al nord, a parte qualche modesto addensamento sull’Appennino Emiliano e sui settori alpini di confine altoatesini, qui con qualche fiocco portato da nord nelle valli più settentrionali.

LA NEBBIA: da segnalare il possibile rischio di isolati ma fastidiosi strati nebbiosi di tipo congelante a banchi sulla pianura Padana centrale (Piemonte, Lombardia, ovest Emilia), anche accompagnati da formazioni di brina e galaverna al primo mattino. In serata addensamento della nuvolosità sui versanti esteri delle Alpi, senza conseguenze di rilievo sul lato italiano, a parte il vento forte da nord che insisterà in quota per l’intera giornata.

LE BURRASCHE: chiudiamo con il rischio di burrasche di Grecale su tutto il bacino adriatico e sui mari circostanti la Sardegna con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Luca Angelini