12 December 2019

Venerdì 4 ultimi rovesci all’estremo sud poi sole, ma aumentano le nubi al nord

La perturbazione che ha portato la diminuzione delle temperature che tutti ormai stiamo apprezzando, si allontana rapidamente verso levante, seguita subito dopo da un nuovo corpo nuvoloso di origine atlantica in arrivo dalla Francia. Si tratta degli avamposti dell’ex uragano Lorenzo, che poi transiteranno in nottata, comunque senza particolari conseguenze.

Al mattino di VENERDI 4 ultimi rovesci su Puglia meridionale e Calabria tirrenica, altrove quasi ovunque, poi rapido aumento della nuvolosità alta e stratificata, dapprima al nord e poi, dal pomeriggio, anche al centro, ma senza fenomeni. Qualche spruzzata di neve si potrebbe comunque avere a ridosso delle zone alpine di confine. In serata nubi arrivano anche sulla Sardegna, sulla Campania, mentre tende ad aprirsi sulle pianure del nord.

Ventilazione moderata settentrionale al sud, con mari mossi o molto mossi. Moto ondoso in aumento nuovamente dal pomeriggio anche sui mari circostanti la Sardegna per Maestrale e sul mar Ligure e Tirreno settentrionale per Libeccio. Temperature stazionarie su valori inferiori alla media del periodo.

SABATO 5 ottobre evoluzione incerta; condizioni di generale variabilità, con ampi rasserenamenti al nord e sulle Isole, più instabile con qualche acquazzone al centro e sul sud peninsulare.

Luca Angelini

Powered by Siteground