28 November 2020

VENTO, sarà lui il vero protagonista del fine settimana

Vento benvenuto, soprattutto perchè farà un nuovo repulisti delle sostanze inquinanti che si stavano già accumulando in maniera preoccupante, vento che porterà con sè aria piuttosto fredda (lo abbiamo approfondito in questo editoriale), seppur sterile in termini di precipitazioni su gran parte del nostro territorio.

Vento che in parte è già arrivato, vedi il Maestrale sulle cime alpine e sulle Isole Maggiori, e che si estenderà un po’ a tutte le regioni tra sabato e domenica.

SABATO si spartirà il nostro Paese la Tramontana e il Grecale. Saranno più intensi sulle cime alpine e sulle regioni centro-meridionali. Per questo risulteranno molto mossi l’Adriatico meridionale, lo Ionio e il Tirreno meridionale settore largo.

DOMENICA sarà la giornata più ventosa per tutti. In questo caso sarà il Ponente ad andare per la maggiore, che poi si trasforma in Foehn sui versanti sud-alpini e sulla val Padana occidentale. Lo stesso tipo di fenomeno, ma noto con il nome di Garbino, interesserà le regioni esposte lungo il versante adriatico, mentre in Liguria avremo il Libeccio di ritorno (al mattino). Maestrale invece si occuperà della Sardegna, rinforzando ulteriormente nel corso della giornata.

Con una siffatta situazione tutti i nostri mari saranno molto mossi o agitati. Faranno eccezione i settori sotto costa dell’Adriatico, del Tirreno ad est della Sardegna e, dal pomeriggio, anche il mar Ligure. Per un quadro completo di stato dei mari, burrasche, altezze d’onda e altri particolari vi invito a consultare il relativo bollettino.

Luca Angelini

VENTO, sarà lui il vero protagonista del fine settimana