28 November 2020

Verso l’IMMACOLATA, tra poco freddo, molte nubi e qualche pioggia

IL VIDEO: come di consueto, quando ci spingiamo a scrutare gli orizzonti fino a media scadenza, ci aiutiamo con i nostri video, che risultano molto apprezzati da voi, cari amici e lettori. Ecco allora la sequenza della quale vi anticipo qualche dato importante.

In primo luogo a partire da venerdì, i cieli sereni che hanno permesso nelle ore notturne il raggiungimento di temperature piuttosto basse, anche accompagnate da gelate al nord e nelle zone interne del centro verranno rimpiazzati da una nuvolosità sempre crescente a partire dai versanti tirrenici.

IL WEEKEND: sabato e domenica poi, come vi ho indicato in questo precedente editoriale, trascorreranno all’insegna di un tempo per lo più nuvoloso, fatta eccezione per le zone alpine più settentrionali e più prossime alla cresta di confine. Si avrà anche qualche debole pioggia e le temperature massime sono previste in lieve diminuzione per qualche infiltrazione di aria moderatamente fredda da est.

LA TENDENZA PER L’IMMACOLATA: nessun cambiamento sostanziale si preannuncia a media scadenza. L’anticiclone rimarrà radicato tra il Mediterraneo occidentale e l’Islanda volgendo all’Italia il settore più debole attraverso il quale andranno in contrasto i refoli freschi che sfuggiranno da una imponente colata di aria gelida destinata all’Europa orientale e quelli umidi in risalita dal nord Africa.

In tale contesto, il periodo dell’Immacolata, ovvero quello compreso tra lunedì 5 e giovedì 8 dicembre, vedrà le nostre regioni centrali adriatiche e quelle meridionali a rischio pioggia, mentre altrove ci si limiterà a tempo incerto ma con minor rischio di precipitazioni. Le temperature si stabilizzeranno su valori normale per la prima decade di dicembre.

Nei prossimi giorni torneremo comunque sull’argomento, approfondendo l’evoluzione con i più recenti aggiornamenti disponibili.

Luca Angelini

Verso l’IMMACOLATA, tra poco freddo, molte nubi e qualche pioggia