4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Via vai di perturbazioni, si parte con quella (debole) di domenica

L’alta pressione non ce la fa; nonostante i suoi maldestri tentativi di rialzare il tiro e mettersi a difesa del continente europeo (ricordate lo avevamo anche spiegato nel VIDEO), l’irruenza delle correnti polari riuscirà ad avere la meglio. Ne scaturisce un braccio di ferro senza esclusione di colpi che scandirà il tempo di tutta la prossima settimana.

Per il momento andiamo a vedere cosa ci porterà la prima perturbazione del lungo trenino in preparazione sull’oceano, quella attesa nella giornata di DOMENICA 27, una perturbazione nel complesso debole e che per giunta, dovrà vedersela anche con l’interferenza delle nostre montagne, sia le Alpi che gli Appennini (vedi figura, clic per aprirla).

Dunque domenica la nuvolosità impegnerà soprattutto le nostre regioni centro-settentrionali dove nel corso della giornata si avrà anche qualche debole precipitazione, mentre al sud, prevarrà il sole, soprattutto nella prima parte della giornata.

Per il NORD i fenomeni saranno più probabili a ridosso della fascia montuosa e sul Levante ligure, più occasionali lungo l’asse padano centrale e in Romagna, per la maggior parte assenti su Piemonte occidentale e Riviera ligure dei Fiori. Le quote neve, pur attestandosi su livelli relativamente bassi, molto probabilmente non riusciranno a spingersi fino alle zone di pianura, se non con qualche episodio locale misto ad acqua in tarda serata sulla fascia pedemontana emiliana e veneto-friulana, nella notte su lunedì forse sull’entroterra romagnolo.

Per il CENTRO precipitazioni più probabili da metà giornata su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna, in serata anche sulla Campania. Quota neve compresa tra gli 800 metri del centro, 1.200 metri della Sardegna e i 1.400 metri della Campania.

Il VENTO si disporrà tutto dai quadranti occidentali rinforzando e generando quindi un MOTO ONDOSO piuttosto vivace sia sul bacino Ligure che su quello Tirrenico e intorno alle Isole. TEMPERATURE in lieve aumento al sud, stazionarie altrove, con valori massimi in lieve calo al nord.

LUNEDI 28 nubi e precipitazioni residue su Triveneto e Romagna, per l’intera giornata su regioni tirreniche e Sardegna, con clima ventoso, mari molto mossi e temperature in diminuzione.

Luca Angelini