Weekend di vento e burrasche

Vento forte in arrivo. E’ il braccio di ferro tra un anticiclone che pretende di invadere territori fuori dalla sua portata e la circolazione polare che invece preme per ritagliarsi uno spazio climaticamente di sua competenza. Lo avevamo preannunciato in questo precedente editoriale, con i motivi sinottici legati a questa due giorni di vento, ora approfondiamo le conseguenze, con particolare riferimento al mare.

Mare che si agiterà intorno all’Italia a partire dai bacini circostanti la Sardegna già nella giornata di sabato 8 dicembre per vento di Maestrale forza 7. Sarà però nel corso di domenica 9 dicembre che il vento assumerà caratteristiche di burrasca forte (forza 8-9 della scala Beaufort) su tutti i bacini di ponente. Possibilità di mareggiate dalla Liguria alla Calabria tirrenica e sulle  coste occidentali sarde (e della Corsica). Burrasche anche sugli altri bacini, anche se il grosso rimarrà in mare aperto.

Il moto ondoso crescerà di conseguenza e potrà raggiungere altezze di picco fino a 4-5 metri di onda significativa al mattino sul mar Ligure settore di Levante e nel pomeriggio-sera su Mari di Corsica, di Sardegna, Tirreno settentrionale, centrale e meridionale. Altezza d’onda “limitata” a 3-4 metri al largo in Adriatico.

Luca Angelini