5 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Zero termico a 4.000 metri per 12 ore, elevato rischio VALANGHE sulle Alpi

Vento forte, improvvisa impennata delle temperature in quota e possibile pioggia sino a oltre 2.500-3.000 metri. Un cocktail decisamente pericoloso su un manto nevoso multistrato che sulla maggior parte delle nostre Alpi risulta piuttosto consistente.

L’apporto di aria particolarmente mite dal vicino Atlantico causerà una repentina risalita dello zero termico che sulle Alpi occidentali, raggiungerà addirittura i 4.000 metri. Poco più basso, comunque superiore a 3.000 metri, lo stesso parametro sul resto dell’arco alpino che comprende le montagne piemontesi e valdostane (ma anche francesi e svizzere).

Una salita così rapida, che si potrà accompagnare a piogge sino a quote molto elevate per la stagione, non farà altro che destabilizzare il manto nevoso. Per questo motivo il rischio di valanghe sull’intero arco alpino sarà marcato, addirittura forte (livello 4 su 5) sui settori di confine delle Alpi Cozie, Graie, Pennine e Lepontine.

Il bollettino AINEVA riassume questa evenienza nella cartina che vi ho allegato in alto (click per aprirla) e che consiglia prudenza, anche in considerazione dell’attuale affollamento delle piste e dei percorsi scialpinistici.

Luca Angelini

Zero termico a 4.000 metri per 12 ore, elevato rischio VALANGHE sulle Alpi