22 October 2020

Zucchero a velo, ritorno all'inverno per il nord-ovest

aostaCome previsto, nonostante la traiettoria sfavorevole delle correnti portanti, questa notte la neve è riuscita a ritagliarsi uno spazio dignitoso su parte della pianura Padana, essenzialmente sui settori di nord-ovest. Scorrendo le principali webcam questa mattina, abbiamo potuto apprezzare che l’aver atteso le precedenti 24 ore prima di ufficializzare la relativa prognosi meteo, ha dato i suoi frutti.

Le probabilità di nevicate, così come avevamo prospettato in questo articolo di ieri, sono state torinorispettate e anche il fatto di trovarci dinnanzi a poco più che una spruzzata (parliamo delle pianure naturalmente) è andata a buon fine.

Vi mostriamo come elemento di reanalisi, così da dare un senso al lavoro svolto, le principali webcam di Valle d’Aosta, Piemonte e Lombardia. Avevamo dato la possibilità di qualche fiocco svolazzante anche in Emilia (alle 08.00 qualcosa è sceso anche su Bologna), ma soprattutto sulle colline piacentine e parmensi fino a milan200-300 metri.

Diversa la situazione al nord-est, con la neve che si ferma a quote poco più che collinari, riuscendo a tratti a sconfinare verso il basso essenzialmente nei fondovalle alpini, come nel caso di Bolzano.

La parola dunque al “grande fratello” della meteo. Dall’alto: Aosta, Torino, Milano e Salsomaggiore Terme (Pr).

 

Ora tutta l’attenzione “bianca” salta direttamente a martedì 3 febbraio. Procederemo con lo stessosalso criterio, sperando in un analogo risultato prognostico e magari con qualche centimetro in più da mettere in conto. Rimanete con noi

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.