6 December 2021

.

Accumuli record di PIOGGIA e NEVE nelle prossime ore sul Triveneto

Con un vortice ciclonico, centrato sulle nostre regioni settentrionali – che non riesce ad evolvere perchè impedito da un blocco anticiclonico sull’Europa dell’est – il tempo sull’Italia non può essere che pessimo. In particolare le precipitazioni più abbondanti si hanno dove le correnti provengono da sud.

E quando queste correnti piovose vengono incentivate dall’ulteriore sollevamento forzato indotto da una imponente catena montuosa come le Alpi, si possono manifestare episodi limite.

Ecco che il Triveneto, già di suo tra le zone più piovose d’Italia, nel corso del weekend si vedrà letteralmente sommergere da acqua e neve. Fino alle 24 di domenica 6 dicembre (circa 36 ore dalla stesura del presente articolo) la modellistica numerica stima accumuli fino a 360 millimetri. Le zone più colpite sulla carta saranno il Cadore (Veneto) e la Carnia (Friuli). Accumuli notevoli anche in Trentino, Alto Adige-Sud Tirol e, in seconda istanza, sul nord della Lombardia.

Ricordiamo che, sopra i 1.500-2.000 metri, gli accumuli avverranno totalmente sotto forma di neve. Particolarmente delicata quindi la situazione in area dolomitica e su tutto il settore alpino orientale in genere. Ulteriori approfondimenti sulle copiose nevicate sulle Alpi, e pericoli connessi, li trovate in questo nostro precedente articolo.

Luca Angelini