CALDO: si liberano centro e Sardegna, ancora 35°C al sud

L’apice della cresta d’onda calda risalita dal nord Africa si sposta verso levante, tallonata ad ovest da una corrente più fresca che filtra dall’Atlantico attraverso la Francia. Lunedì 10 giugno i termometri scenderanno quindi al nord, al centro e in Sardegna, mentre il sud risentirà ancora dello Scirocco africano, Quest’ultimo però tenderà a ritirarsi verso le regioni estreme, ristagnando con la sua afa in modo particolare sulla Puglia, la Basilicata, la Calabria e la Sicilia.

Per quanto piuttosto fastidioso e superiore alla media, il caldo che insisterà su queste regioni non darà luogo a condizioni estreme. I valori massimi attesi si aggireranno intorni a 35°C, con qualche punta fino a 37, più probabile nell’entroterra catanese. Lo stesso avverrà nelle successive giornate di martedì 11 e mercoledì 12 giugno. quest’ultima giornata vedrà il secondo apice relativo di caldo, con punte che, nell’entroterra della Sicilia orientale, potrebbero raggiungere anche 38°C (ma dovremo confermare).

Ulteriori informazioni: le previsioni in dettaglio per lunedì 10 e martedì 11 giugno

Luca Angelini