Clima: anche i laghi europei continuano a scaldarsi

Non solo salgono le temperature dell’atmosfera e quelle degli oceani, ma anche quelle dei laghi. La questione non è ovviamente una sorpresa bensì un ulteriore tassello che si somma a tutte le altre prove del rapido cambiamento climatico in atto. Ponendo particolare attenzione ai 196 laghi europei esaminati, durante la stagione calda da luglio a settembre del 2021, la temperatura dell’acqua superficiale dei laghi europei è stata di 0,31°C al di sopra della media per il periodo di riferimento 1996-2016. Le temperature superficiali dei laghi europei della stagione calda continuano ad aumentare a un tasso medio di circa +0,4°C per decennio. Anche il nostro lago di Garda, il più grande d’Italia, non sfugge da questo trend e vede un aumento negli ultimi 30 anni di +1.6°C a 5 metri di profondità.

I laghi agiscono sia come indicatori che come regolatori del cambiamento climatico e, in quanto tali, sono vulnerabili ai suoi impatti. Inoltre, con il mutamento così repentino delle temperature sussistono anche cambiamenti nella distribuzione di nutrienti e ossigeno, il che ha indubbiamente conseguenze per l’ecosistema. Oltre a questi impatti in risposta al cambiamento climatico i laghi, essendo corpi idrici, influenzano il clima locale chiudendo così il cerchio oceani-atmosfera-laghi.

Fonte: Copernicus Climate Change Service ECMWF

Paolo Frontero e Luca Angelini