CNR: gennaio freddo sull’Italia, ma secco al nord

Sono usciti i dati raccolti ed elaborati dall’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima – CNR, riguardo l’andamento climatico avutosi in Italia nel mese di gennaio 2019. La persistenza di correnti fredde ha fatto si che il nostro Paese abbia fatto registrare temperature quasi ovunque al di sotto della media.

Scomponendo valori minimi notturni e massimi diurni, emerge che lo scarto risulta più consistente per quanto riguarda le temperature minime, mentre le massime al nord si sono attestate su valori pari o leggermente superiori alla stessa media, il che tradisce la presenza pressochè costante di cieli sereni e tempo asciutto.

E infatti la questione viene confermata dalla reanalisi pluviometrica che intreccia i dati della NOAA americana mostrandoci un quadro di siccità meteorologica soprattutto sulla regione alpina e in Piemonte, dove in un interno mese sono caduti anche meno di 10 millimetri di pioggia.

Poca pioggia anche in Toscana che si accompagna con un sotto media, seppur più lieve, anche alla Sicilia. Su tutte le altre regioni piovosità nella norma o anche al di sopra.

Report Luca Angelini