Ecco la perturbazione che porterà altre PIOGGE venerdì 1° marzo

Il nodo di collegamento tra una stagione che finisce (l’inverno meteorologico ha scandito il suo ultimo giorno ieri giovedì 29 febbraio) e una che comincia (ovviamente la primavera meteorologica) è un vortice ciclonico ormai insediatosi sul cuore del Mediterraneo. Attorno alle sue spire si avvolgono amassi nuvolosi che ruotano senza fine sorvolando l’Italia portando piogge e, in montagna, anche nevicate.

L’animazione che vi abbiamo fornito qui sopra mostra la cronologia del complesso svolgersi dei fenomeni nell’arco della giornata di venerdì 1° marzo. Gli accumuli di pioggia/neve più generosi si registreranno sulle regioni nord-occidentali, sottoposte ad una insistente situazione di sbarramento orografico, e sull’Emilia occidentale. Apporti complessivamente scarsi invece lungo il versante tirrenico, in Calabria e sulla Isole Maggiori (vedi figura in fondo all’articolo).

La quota neve si attesterà tra i 1.300 e i 1.600 metri, sia su Alpi e Prealpi, che lungo gli Appennini e sugli apparati montuosi minori adiacenti.

Luca Angelini