FREDDO: ci schiverà per quasi tutta la settimana, ma nel weekend…

Le evoluzioni del freddo, inteso come corrente di origine artica attivata da una circolazione di bassa pressione ascrivibile al Vortice Polare, si manterranno nei prossimi giorni sul nord Europa, mentre sull’area mediterranea sopraggiungerà aria gradualmente più temperata da ovest. Lo abbiamo già evidenziato nell’articolo di ieri (domenica 14 gennaio). Oggi possiamo salire un gradino più su e vedere un poco più lontano, fino alla massima gittata previsionale relativamente attendibile, ovvero sino al prossimo weekend.

Ebbene pare che tra venerdì 19 e domenica 21 gennaio possa staccarsi dalla saccatura polare un pennacchio freddo che rasenterà l’Italia con venti da nord, seguito da un generale calo delle temperature. Secondo le ultimissime elaborazioni probabilistiche condotte con tecniche d’insieme, nei tre giorni suddetti potremmo andare localmente anche al di sotto della media (dal grafico qui sopra l’ipotesi è individuata da diversi attrattori). Non si tratterà di un raffreddamento duraturo in quanto il “pennacchio” polare si staccherà per via della pressione esercitata da un promontorio anticiclonico che dall’Atlantico, tenderà poi successivamente a coricarsi sul continente mettendo fine all’irruzione.

Nei prossimi aggiornamenti comunque torneremo sul discorso e, alla luce dei successivi ricalcoli, potremo essere più precisi e circostanziati. Voi intanto continuate a seguirci.

Luca Angelini