Giugno nel Mondo: più caldo anche rispetto alle nuove medie

Come sappiamo, con il cambio del decennio, cambiano anche le medie di riferimento climatologico: se fino ad ieri consideravamo il periodo 1981-2010, ora si è passati al 1991-2020. Nel frattempo le temperature globali hanno cambiato il loro assetto, ovvero sono aumentate. Di conseguenza è aumentata anche la media più recente.

Ebbene, secondo il servizio di monitoraggio Copernicus, il mese di giugno appena trascorso è risultato molto caldo: con un’anomalia di +0.21 °C rispetto alla media 1991-2020. Si è trattato del quarto mese di giugno più caldo dall’inizio delle rilevazioni, dopo il 2016, 2019 e 2020.

Particolarmente caldo il nord America dove sono stati battuti diversi record di caldo storici: il 17 giugno nella Death Valley sono stati misurati +53.3 °C, valore di solo mezzo grado inferiore al record del mese di giugno stabilito nel 2013. A Sacramento, in California, sono stati toccati i +42.7 °C, nuovo primato di temperatura per questa località. Il giorno 16 sono stati misurati +40.5 °C a Grand Junction in Colorado, valore che dal 1893 in giugno non era mai stato raggiunto. Quello che è avvenuto in British Columbia, in Canada, è stato ancor più sensazionale: per tre giorni di seguito è stato stabilito il nuovo primato di temperatura a livello nazionale. Il 29 giugno la stazione meteorologica della cittadina di Lytton, vicino a Vancouver, sono stati misurati +49.6 °C, valore superiore al precedente record nazionale di ben 4,5 °C.

E’ stato un mese decisamente più caldo della norma anche in Europa, dove l’anomalia della temperatura mensile è risultata pari a +1.5 °C. Solo il mese di giugno del 2019 aveva fatto registrare uno scarto dalla media ancora più elevato. I settori più caldi sono stati la Finlandia e la Russia. Record assoluto di temperatura per Mosca, con +34.8 °C, la temperatura più elevata mai registrata nel mese di giugno.

Molto più caldo della media (in questo caso nei dati disponibili è ancora quella vecchia, 1981-2010) anche in Italia: ben +2,18°C secondo il CNR, ma approfondiremo in un prossimo editoriale.

Luca Angelini