I possibili TEMPORALI di domenica 2 giugno

Una circolazione ciclonica in fase di indebolimento tende a interessare comunque ancora anche l’Italia, seppur in forma marginale. L’inserimento del ramo ascendente del getto in quota darà luogo nel corso di domenica 2 giugno, alla nascita di un piccolo minimo di pressione secondario sul mare di Corsica, sufficiente ad incentivare nuovamente l’attività temporalesca su alcune regioni del nostro Paese.

La maggior probabilità di manifestazioni temporalesche si avrà nel corso del pomeriggio, quando si sommerà anche il riscaldamento diurno, e interesserà principalmente l‘Appennino settentrionale, con particolare riferimento a quello Tosco-emiliano, la bassa Padana (in primis l’Emilia-Romagna), il Molise e il nord della Puglia. In occasione di questi temporali si potranno avere anche locali episodi di grandine, anche medio grossa.

Luca Angelini