Il Continente si imbianca: ecco la copertura nevosa attuale in Europa

Siamo ormai agli inizi dell’inverno e l‘estensione delle aree continentali ricoperte dalla neve assume una importanza rilevante in quanto influenza il bilancio energetico dell’atmosfera e il bilancio idrologico dell’ambiente. L’effetto albedo indotto da una copertura nevosa estesa inoltre è determinante nel produrre aria fredda e può essere determinante nel contrastare l’ingresso di aria temperata dall’oceano.

Le analisi presentate in questo articolo si basano su osservazioni satellitari, fornite dal sistema interattivo multisensore di mappatura di neve e ghiaccio (IMS) della NOAA americana in collaborazione con il Gruppo di Osservazione della Terra presso il Centro di ricerca spaziale dell’Accademia polacca delle scienze (CBK PAN). Dunque, cosa emerge da queste analisi?

Emerge che diversi Paesi del nord Europa godono di una copertura nevosa abbondante e più estesa della norma: Austria, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Lituania, Lettonia, Polonia, Svezia, Svizzera e Ucraina. Dunque, il Continente si è indubbiamente settato in modalità “invernale” a pieno titolo. Per quanto riguarda l’Italia (vedi grafico qui sopra) lo stato di innevamento rilevato corrisponde alla media climatologica del periodo, con un 9% di territorio nazionale innevato contro il 10% della media.

Nella sequenza qui sotto lo stato dell’innevamento continentale Paese per Paese.

Luca Angelini