18 September 2021

.

Il nord Africa è un forno: 48 gradi in Algeria, 24 a 2.600 metri!

Non che normalmente queste zone si distinguano per le loro estati fresche e gradevoli, ma quando si parla di temperature sopra la media di 5-7 gradi nel periodo statisticamente più caldo dell’anno (quello dell’ultima decade di luglio) nel deserto del Sahara, beh le cose si fanno serie. Da giorni l’entroterra algero-tunisino e l’Arabia Saudita sono una autentica fornace. I valori di picco si sono attestati ieri (martedì 27 luglio) in Algeria: tra 47 e 48°C (Adrar, A Salah, Timimoun, Matriouene). Notevoli anche i 42°C registrati a Bechar/Ouakda, a 816 metri di quota. Per scendere sotto i 40 gradi bisogna salire a 1.000 metri (39°C registrati a El-Kheiter 1.001m), mentre spiccano i 24°C registrati ad Assekrem, località sita a ben 2.680 metri di quota!

Luca Angelini