Il Polo in casa: -30°C al Rifugio Regina Margherita

C’è quel luogo sul tetto delle nostre Alpi che non tradisce mai. Si tratta del Rifugio Osservatorio Regina Margherita, sito a 4.559 metri di altezza su una delle cime più elevate del Monte Rosa. Come dicevamo nel nostro precedente articolo, la massa d’aria fredda in arrivo presenta caratteristiche artico-marittime, e pertanto assume un notevole spessore verticale. Questo le conferisce una struttura rimescolata, quindi inizialmente più fredda in quota.

Per questo la aree montuose sono le prime a risentire del crollo termico, proprio come al nostro Rifugio, dove questa notte il termometro ha toccato i -30,2°C e oggi (domenica 11 dicembre), come massima diurna, non dovrebbe salire sopra i -25°C. Il Polo in casa dunque, ma anche altre stazioni montane non scherzano. Giusto per citarne alcune: -23°C al Plateau Rosa (3.480 metri sopra Breuil-Cervinia in Valle d’Aosta), -15°C al Passo del Gran San Bernardo (2.472 metri), -22°C al Piz Corvatsch m.3.299 (Svizzera), -11°C alla Paganella m.2.129 (Trentino), -20,4°C a Predoi Pizzo Lungo m.3.105 in Alto Adige-Sud Tirol.

Nelle prossime ore si attende un ulteriore calo delle temperature, estensione del freddo a tutto l’arco alpino e interessamento anche delle aree di fondovalle, della pianura Padana e dell’Appennino centro-settentrionale.

Luca Angelini