La marmotta del Monte Rosa ha 6.600 anni

Era lassù dal 4.600 a.C.! La scoperta eccezionale era avvenuta lo scorso mese di agosto da parte di una Guida Alpina, impegnata con un cliente nella difficile traversata dei Lyskamm nel massiccio del Monte Rosa, a 4.300 metri di quota. A seguito del recupero e delle analisi condotte sul reperto emergono ulteriori informazioni straordinarie: la marmotta è un esemplare del Neolitico ed è vissuta ben 6.600 anni fa.

L’attendibilità della datazione, calibrata al radio carbonio, è pari al 95,4%, e conferma l’eccezionalità del dato che colloca la mummia del Lyskamm tra il 4.691 e 4.501 a.C. Ora un campione di costole della marmotta è stato inviato ad un laboratorio specializzato negli Stati Uniti per la datazione al radiocarbonio (14C). Il reperto è conservato nella sede operativa del Museo a La Salle (Aosta), in una Conservation soft box (Csb), un sistema passivo che assicura il mantenimento dell’esemplare in condizioni ottimali.

Report Luca Angelini