La primavera 2024 in Italia: fresca e piovosa al nord, calda e secca altrove

I dati definitivi riferiti all’andamento della primavera 2024 in Italia è riassunta chiaramente dalle mappe allegate (credit Rete Meteonetwork).

PIOVOSITA: è risultata abbondantemente al di sopra della norma sulle regioni settentrionali, in particolare sulle regioni di nord-ovest, ma anche sulle aree montuose del Triveneto, con quantitativi talora anche più che doppi rispetto alla normale climatologia del trimestre primaverile (marzo, aprile e maggio). Fa eccezione l’Emilia-Romagna orientale dove invece si è registrata una piovosità inferiore alla media, specie lungo la Riviera romagnola. Piovosità leggermente superiore alla media anche su Umbria e Toscana. All’opposto, spiccano per le condizioni di evidente siccità sul Medio Adriatico, al sud e su alcuni settori della Sardegna. Secco soprattutto su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

TEMPERATURE: in correlazione con un tipo di tempo secco, le nostre regioni centrali, meridionali, la Sardegna e la Romagna hanno fatto registrare temperature al di sopra delle medie. Gli scarti più rilevanti, anche fino a 3°C al di sopra delle medie, sono stati registrati su Puglia, Basilicata e sulla Calabria ionica. Valori nettamente sopra le medie anche su alcuni settori delle Marche, dell’Abruzzo, della Calabria e della Sardegna. All’opposto aria più fresca ha più spesso interessato le regioni settentrionali, in particolare il settore alpino e le nord-occidentali. Scarti negativi fino a 1.5°C su alcune aree al confine tra l’alto Piemonte e la Valle d’Aosta. A livello nazionale l’anomalia media è pertanto positiva: +0,71°C.

Credit: Rete Meteonetwork

Luca Angelini