La Terra nel mirino di una gigantesca macchia solare: le possibili conseguenze

Con un diametro di ben 150 mila chilometri, praticamente 12 volte la Terra, una gigantesca macchia solare, rivolta verso il nostro Pianeta, sta agitando le “acque” nella superficie plasmatica della nostra Stella. La macchia, identificata con la sigla AR3576, è composta da quattro nuclei e, per via delle sue dimensioni, è stata immortalata perfino dalla navicella Rover Perseverance della Nasa su Marte, ed è talmente grande da essere visibile anche dai telescopi sulla Terra. Secondo l’Agenzia americana per l’atmosfera e gli oceani (NOAA), questa macchia solare potrebbe generare forti brillamenti solari di classe X, la più potente, e generare notevoli interferenze e malfunzionamenti nelle telecomunicazioni, nonché danni agli apparati a bordo dei satelliti.

Fonte: Space.com

Report Luca Angelini