Lazio e Campania: domenica possibili nubifragi

Le più intense condizioni di maltempo che si possano verificare nascono sempre da una sinergia di concause che coinvolgono sia la circolazione a scala continentale, sia i microclimi locali. Nel caso di oggi, domenica 25 settembre, saranno proprio questi ultimi a dire l’ultima parola riguardo la possibilità di assistere a fenomeni temporaleschi di forte intensità su alcune regioni del nostro Paese. L’attenzione va soprattutto al Lazio e alla Campania, che pare debbano trovarsi sotto il tiro di temporali marittimi nati dalla confluenza delle umide correnti convogliate da un vortice in azione sul cuore dell’Europa. Sulla carta, nelle zone suddette, sussiste anche la possibilità di locali nubifragi, fenomeni che potranno interessare anche Roma.

PROTEZIONE CIVILE: sulle regioni menzionate dunque (ma anche sulla Toscana e sul Molise), la Protezione Civile ha diramato l’allerta arancione. Qui di seguito vi segnaliamo le aree interessate dal provvedimento:

CAMPANIA: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana
LAZIO: Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacini di Roma
MOLISE: Frentani – Sannio – Matese, Litoranea, Alto Volturno – Medio Sangro
TOSCANA: Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Ombrone Gr-Medio, Ombrone Gr-Alto, Arno-Costa, Isole, Etruria-Costa Sud, Valdelsa-Valdera, Valdarno Inf., Etruria-Costa Nord, Bisenzio e Ombrone Pt, Etruria, Fiora e Albegna, Serchio-Costa, Ombrone Gr-Costa, Serchio-Lucca, Versilia.

Luca Angelini