Le previsioni meteo per martedì 5 e mercoledì 6 dicembre

Aria umida proveniente dall’Atlantico interessa l’Europa mediterranea interfacciandosi con spifferi più freddi di provenienza continentale. Una perturbazione si allontana in giornata dall’Italia seguita da correnti nord-occidentali e da un lieve e temporaneo rialzo della pressione.

MARTEDI 6 DICEMBRE nuvolosità piuttosto diffusa su gran parte delle nostre regioni, con possibilità di precipitazioni sparse al mattino su Triveneto, Emilia-Romagna (limite delle nevicate tra 300 e 500 metri). Fenomeni un po’ più generosi nel corso della giornata su Umbria, Marche, Lazio e Campania, localmente anche temporali a ridosso della fascia costiera tirrenica, in successivo trasferimento al resto del sud tra pomeriggio e sera. Limite delle nevicate compreso tra 1.400 e 1.600 metri. Schiarisce invece al nord-ovest (specie in montagna), in Toscana e, da metà mattinata, anche in Sardegna. Sull’Isola (e anche sulla Sicilia) soffierà forte il Maestrale e i mari saranno agitati. Le temperature sono previste in lieve rialzo nei valori notturni; un po’ di freddo umido al nord, nelle zone lontane dalle Alpi non soggette a ricaduta favonica.

MERCOLEDI 7 DICEMBRE nubi stratiformi a tratti estese in transito sulle Isole in direzione della Calabria, ma senza fenomeni degni di nota. Altrove alternanza tra annuvolamenti e schiarite, queste ultime più ampie e durature su nord-ovest e alta Toscana. Maestrale moderato al centro e al sud, mari mossi, temperature senza variazioni apprezzabili.

Luca Angelini