Le previsioni meteo per giovedì 16 e venerdì 17 maggio

Correnti umide atlantiche alimentano una circolazione ciclonica centrata sulla Francia, dalla quale si diparte una nuova perturbazione diretta verso il nord Italia. Condizioni più miti e asciutte sul resto del nostro Paese per la presenza di un lembo anticiclonico nord-africano.

GIOVEDI 16 MAGGIO dopo un intervallo di relativa variabilità nella prima parte della giornata, vedrà tornare a intensificarsi le piogge, con il passare delle ore, sulle regioni settentrionali. La confluenza dello Scirocco al termine dell’imbuto adriatico porterà ad accumuli d’acqua anche notevoli tra le Prealpi venete e il Friuli Venezia Giulia. Su queste zone è stata diramato lo stato di allerta gialla/arancione per rischio idrogeologico (seguiranno approfondimenti). Qualche rovescio non si esclude anche tra l’alta Toscana, l’Umbria e il nord delle Marche. Nevicate sulle Alpi a partire da 2.000-2.500 metri. Tendenza ad attenuazione dei fenomeni nel corso del pomeriggio al sud del fiume Po, con qualche rasserenamento serale possibile sulla Liguria e la bassa Padana. Per il resto tempo asciutto con prevalenza di sole. Scirocco in Adriatico con mare molto mosso. Temperature in aumento al sud, soprattutto sulla Calabria e sulla Sicilia, con primi valori massimi over 30, specie sull’Isola.

VENERDI 17 MAGGIO nuvolosità irregolare a nord del fiume Po e sulla Liguria centro-orientale, con qualche rovescio non escluso, più probabile nel pomeriggio. Al centro, al sud e sulla Sardegna condizioni in prevalenza soleggiate. Nubi in aumento dalla sera sulla Sicilia. Temporanei rinforzi di Libeccio sulla Liguria e sulla Toscana con mare mosso. Temperature senza variazioni apprezzabili, al di sopra della norma al sud.

Luca Angelini