Le previsioni meteo per giovedì 18 e venerdì 19 aprile

Correnti fredde settentrionali, richiamate da una saccatura estesa lungo i meridiani europei, investono anche l’Italia generando condizioni di instabilità in un contesto ventoso e con temperature al di sotto delle medie. L’anticiclone rimane stazionario in pieno Atlantico e non avrà influenza sul Continente ancora per diversi giorni.

GIOVEDI 18 APRILE annuvolamenti irregolari al nord, al centro e sul sud peninsulare, con rovesci sparsi, intermittenti, in temporanea accentuazione nelle ore centrali e con possibilità di temporali tra il basso Veneto e la Romagna. Sulle Isole più aperto, con aumento dell’instabilità in Sardegna dove, prima di sera arriverà anche qualche acquazzone, specie sui settori settentrionali dell’Isola. La quota neve si attesterà tra 800 e 1.200 metri al nord, 1.400-1.600 metri al centro e al sud, in successiva discesa fin verso i 1.000 metri. Ventoso praticamente ovunque, con Bora, Tramontana e Maestrale forte quest’ultimo sulle Isole, dove i mari saranno agitati. Molto mossi i restanti bacini. Le temperature stazionarie o in lieve ulteriore flessione, comunque inferiori alla media del periodo.

VENERDI 19 APRILE rapido avvicendarsi di annuvolamenti e schiarite: al mattino rovesci al centro-sud (con spruzzate di neve fino a 1.000 metri), in esaurimento e con passaggio a rasserenamenti a partire dalle centrali tirreniche. Inizialmente soleggiato invece al nord, poi però avremo banchi nuvolosi in transito sulla cresta delle Alpi e sul Triveneto. Prima di sera nevicate in arrivo sui settori più settentrionali fino a 800-1.200 metri. Venti ancora sostenuti ovunque, mari molto mossi. Temperature stazionarie.

Luca Angelini