Le previsioni meteo per giovedì 18 e venerdì 19 gennaio

Veloci correnti umide atlantiche seguitano ad interessare il Mediterraneo e l’Italia, sostituite da venerdì da aria ben più fredda in arrivo dal nord Europa.

GIOVEDI 18 GENNAIO nevicate a quota 1.500 metri sui confini valdostani e piemontesi con la Francia, in calo verso sera ma in successiva cessazione. Qualche fiocco sopra i 1.500 metri anche lungo i confini lombardi e in Alto Adige-Sud Tirol; per il resto abbastanza soleggiato, ma con annuvolamenti portati dai forti venti di Ponente e Libeccio sulla Liguria di Levante, lungo tutto l’asse tirrenico e sui versanti occidentali della Sardegna. Ci sarà possibilità di mareggiate dallo Spezzino verso sud e anche sui versanti occidentali della Sicilia e della Sardegna. Le temperature sono previste in aumento, meno sensibile sull’area padana dove ristagnerà ancora un po’ di freddo umido.

VENERDI 19 GENNAIO temporanee spruzzate di neve in apertura a ventaglio dal Triveneto verso la Bassa Lombardia, l’Emilia-Romagna, con fiocchi a livelli collinari, localmente forse anche su limitate aree di pianura, ma senza attecchimento. In serata qualche fiocco anche nel Cuneese. Dove non nevicherà ci sarà qualche debole pioggia. Sul resto dell’Italia annuvolamenti frequenti, ma minor probabilità di fenomeni, al più qualche rovescio dal pomeriggio su Umbria, Marche e Lazio, con quota neve fino a 500-600 metri sulle Marche. Al sud insisteranno invece venti miti occidentali e le temperature saranno stazionarie. Maestrale dalla sera in Sardegna. Mari molto mossi o agitati.

Luca Angelini