Le previsioni meteo per giovedì 25 e venerdì 26 aprile

L’Europa rimane interessata da un’ampia circolazione ciclonica colma di aria fredda e instabile che interessa nel suo margine più meridionale anche l’Italia, seppur in fase di attenuazione. Da venerdì i minimi di pressione si sposteranno sul vicino Atlantico determinando sull’Italia la rotazione delle correnti dai quadranti meridionali e quindi un generale rialzo delle temperature e la fine della fase fredda.

GIOVEDI 25 APRILE sarà una giornata nel complesso discreta, con alternanza, quasi alla pari, tra annuvolamenti e schiarite. Nel pomeriggio però avremo una carta accentuazione dell’attività convettiva e non mancherà qualche rovescio qua e là sui settori peninsulari. La quota delle nevicate in montagna sarà attestata tra 1.200 e 1.400 metri. Un po’ di Maestrale sulle Isole e in Calabria, dove i mari saranno molto mossi. L’afflusso freddo comunque inizierà ad indebolirsi e pertanto avremo un certo rialzo delle temperature massime del giorno, pur s ei valori rimarranno nel complesso ancora inferiori alla media del periodo.

VENERDI 26 APRILE avremo la rotazione delle correnti dai quadranti meridionali e quindi anche un contestuale rialzo delle temperature. Il flusso trasporterà però aria nuovamente più umida quindi anche una certa nuvolosità. Cieli un po’ più aperti in Sardegna. Al nord (specie al nord-ovest) e, al pomeriggio, anche al centro, non mancherà invece qualche pioggia. Quota neve in rialzo tra 1.500 e 1.700 metri. Lo Scirocco inizierà a farsi sentire in Sicilia e lungo l’Adriatico dove i rispettivi mari diventeranno molto mossi. Le temperature sono previste in generale aumento con i valori che si riporteranno in linea con le medie del periodo.

Luca Angelini