Le previsioni meteo per giovedì 30 novembre e venerdì 1° dicembre

Una perturbazione atlantica si porta sull’Italia risultando più attiva sulle nostre regioni settentrionali e su parte di quelle centrali.

GIOVEDI 30 NOVEMBRE spruzzate di neve nella prima parte della mattinata a quote basse o di fondovalle per quanto riguarda le Alpi (possibili fiocchi anche in città come Aosta, Domodossola, Sondrio, Trento e Bolzano, lambire anche Torino, Biella e Varese), poi però con limite in rapida risalita. Passaggi nuvolosi anche al centro e sul sud peninsulare, con qualche pioggia probabile soprattutto nelle aree interne e tirreniche. Le maggiori schiarite, unitamente a tempo asciutto, interesseranno la Calabria, la Sicilia e la Sardegna. I venti rinforzeranno tutti dai quadranti meridionali e i mari diventeranno da mossi a molto mossi, localmente fino ad agitati. Le temperature rimarranno stazionarie al nord, inizieranno ad aumentare invece al centro e al sud.

VENERDI 1° DICEMBRE ulteriori condizioni di tempo chiuso e piovoso al nord. La quota neve risale e si porta sopra i 1.700-1.800 metri. Passaggi nuvolosi anche sul resto del Paese ma con minor probabilità di fenomeni e possibilità invece di schiarite, soprattutto al centro. I venti rimarranno disposti dai quadranti meridionali, causeranno una vistosa risalita delle temperature su tutta l’Italia e genereranno condizioni di mari fino ad agitati, con possibilità anche di qualche mareggiata sul lato ligure e tirrenico.

Luca Angelini