Le previsioni meteo per giovedì 7 e venerdì 8 dicembre

In seno ad un blando rialzo della pressione, aria temporaneamente più asciutta ha raggiunto il Mediterraneo tuttavia venerdì 8 dicembre una nuova perturbazione atlantica raggiungerà rapidamente il nostro Paese ma con effetti essenzialmente lungo i versanti occidentali e, soprattutto, in Sardegna.

GIOVEDI 7 DICEMBRE un po’ di addensamenti qua e là lungo le coste adriatiche per correnti settentrionali, ma con bassa probabilità di fenomeni. Altrove al più soleggiato con tendenza verso sera ad aumento graduale della nuvolosità sulle nord-occidentali. Possibilità di nebbia in banchi nottetempo e al mattino sulla pianura Padana, accompagnati anche da estese brinate. I venti saranno deboli, ma con rinforzi intorno nord al sud e lungo il medio versante adriatico con il mare che sarà quindi mosso. Temperature senza variazioni apprezzabili, attestate su valori di poco inferiori alla media del periodo.

VENERDO 8 DICEMBRE precipitazioni nel corso della mattinata soprattutto al nord-ovest, in estensione poi con il passare delle ore al Veneto occidentale, all’Emilia, all’alta Toscana e soprattutto alla Sardegna. Qui, sull’Isola, avremo poi una ulteriore intensificazione dei fenomeni in serata. La neve cadrà qua e là sino a quote collinari in Piemonte, con possibile coinvolgimento a tratti anche delle fasce pedemontane, magari miste a pioggia debole. Neve sul fondovalle aostano e nei fondovalle appenninici liguri esposti verso la pianura Padana. Il limite si alza poi intorno a 400-600 metri in Lombardia, Emilia e sul Veneto occidentale. In serata qualche spruzzata possibile nei fondovalle del Trentino e dell’Alto Adige-Sud Tirol. I venti rinforzeranno notevolmente sui bacini di ponente interessando soprattutto la Sardegna dove i mari diventeranno agitati. Le temperature sono previste in lieve calo nei valori massimi al nord (seguiranno adeguati approfondimenti).

Luca Angelini