Le previsioni meteo per martedì 26 e mercoledì 27 marzo

La pressione sul Mediterraneo è in rapida diminuzione per l’approssimarsi di una perturbazione atlantica seguita subito da un secondo fronte nella giornata di mercoledì.

MARTEDI 26 MARZO la prima perturbazione porta nubi e piogge su gran parte dell’Italia, con i fenomeni in graduale intensificazione sui settori peninsulari, mentre con il passare delle ore avremo una certa tendenza a variabilità sulle Isole e in Calabria, dove subentrerà anche qualche schiarita. Le nevicate sono attese sulle Alpi a partire da quota 1.000-1.300 metri. Solo sulle cime più elevate della catena appenninica. I venti saranno sostenuti tra est e sud-est, Scirocco quindi, che genererà condizioni di mari molto mossi e il possibile fenomeno dell’acqua alta sulla Laguna Veneta. Le temperature sono previste in aumento al sud. Al nord invece risentiremo di un certo calo, specie nei valori massimi diurni.

MERCOLEDI 27 MARZO entra la seconda perturbazione, che investirà con nuove precipitazioni tutta l’Italia: al mattino soprattutto nord, centro e Sardegna, nel pomeriggio nord-est e centro-sud. Ci potranno essere anche locali temporali. Entrano correnti settentrionali: la Bora in Adriatico e il Maestrale in Sardegna, calano le quote neve sulle Alpi occidentali dove a fine evento qualche fiocco cadrà anche sotto i 1.000 metri; neve anche in Appennino tra 1.400 e 1.700 metri. Le temperature sono previste in diminuzione al nord, al centro e sulla Sardegna.

Luca Angelini