L’impressionante deposito di polveri sahariane sui Pirenei

Guardate bene queste immagini: provengono dalla regione francese dell’Occitania, lungo la catena pirenaica e sono state scattate ieri, martedì 15 marzo. L’accumulo di polveri desertiche trasportate dal cuore del Sahara algerino fin sulle nevi del Pirenei è davvero notevole. Le polveri infatti sono state trascinate al suolo proprio dalle precipitazioni nevose legate ad un vortice centrato tra la Spagna e il nord Africa.

Questa figura atmosferica ha di fatto funzionato come un aspiratore, prelevando e sollevando sino a quote elevate ingenti quantitativi di pulviscolo desertico dalla superficie del grande deserto con venti di tempesta. In seno a queste forti correnti sciroccali i granelli di mineral dust, ossia di polveri, sono rimasti in sospensione a livello degli strati nuvolosi e poi sono precipitati a terra trascinati dai fiocchi di neve. Non tutte le polveri sabbiose riescono però ad attraversare il Mediterraneo, bensì solo i granelli di diametro inferiore a 0,01 millimetri.

Foto di Gaetan Julien – località Piau-Engaly

Luca Angelini