Lunedì 23 grigio con neve a quote basse al centro-nord, rasserenamenti al sud e in Sardegna

Una perturbazione si invortica sul nostro Paese esponendo il suo ramo occluso al nord, mentre il ramo freddo lascerà già nella notte il sud.

LUNEDI 23 GENNAIO al mattino coperto al nord e al centro, con precipitazioni su Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, nord delle Marche e alto Lazio. Quota della neve compresa tra 300 e 500 metri, ma a tratti anche in pianura sulla pedemontana emiliano-romagnola. Rasserenamenti su vaste aree del sud e della Sardegna, pur se alcuni annuvolamenti potranno insistere sulla Campania, sul sud e della Sicilia e sul nord della Sardegna. Nel pomeriggio i rasserenamenti si spingeranno anche su Marche, Abruzzo e, in serata, sulla Romagna, mentre le precipitazioni, seppur deboli, si estenderanno a tutto il nord assumendo carattere nevoso mediamente fino a 200-300 metri, ma giungendo talora sotto forma di nevischio, anche in pianura tra la bassa Lombardia e il Piemonte. Ventilazione moderata a rotazione ciclonica, mari molto mossi. Temperature al di sotto della media ovunque, in ulteriore calo nei valori massimi al nord.

MARTEDI 24 GENNAIO nubi irregolari al centro, al sud e sulla Sardegna con qualche precipitazione possibile, specie al centro e sull’Isola. A tratti schiarite altrove. Sempre freddo.

Luca Angelini