Lunedì 6 perturbazione in arrivo su Alpi e nord-ovest

Una saccatura atlantica con vertice sulle Isole Britanniche tende ad evolvere in goccia fredda sulla Francia, in direzione dell’Italia. Nei bassi strati la traccia di questo passaggio si manifesterà con una perturbazione che si approssimerà alle nostre regioni settentrionali.

LUNEDI 6 MAGGIO al mattino condizioni soleggiate al sud, banchi nuvolosi sottili ma via via più estesi al centro e in Sardegna, nuvolosità più compatta e consistente al nord, con precipitazioni su Alpi, Prealpi, fascia pedemontana lombarda e piemontese. Nel pomeriggio parziale aumento della nuvolosità anche al sud, ma senza fenomeni, mentre al nord le precipitazioni interesseranno quasi esclusivamente l’area alpina, tendendo a cessare però sui settori orientali. Limite delle nevicate altalenante tra 1.800 e 2.200 metri. Scirocco moderato, mari mossi, temperature in moderato aumento al centro-sud e in Sardegna, in lieve calo nei valori massimi al nord.

MARTEDI 7 MAGGIO condizioni di tempo instabile con annuvolamenti e rovesci su gran parte del centro-nord. Altrove annuvolamenti sparsi e irregolari ma bassa probabilità di pioggia. Scirocco in Puglia, Maestrale in Sardegna. Temperature in diminuzione al centro-nord e sull’Isola.

Luca Angelini