Lunedì 9 maltempo tutto al centro-sud, migliora al nord-ovest

L’Italia è interessata da un fronte freddo che si muove rapidamente verso levante seguito da aria polare marittima trasportata da forti venti nord-occidentali. Il ramo occluso del medesimo sistema frontale si attarda invece sul nord-est. A seguire temporanea rimonta di un campo interciclonico con calo termico ma miglioramento del tempo.

LUNEDI 9 GENNAIO al mattino rasserenamenti su Piemonte, Valle d’Aosta, Piemonte, Ponente ligure e centro-est Sardegna. Su tutte le altre regioni nuvolosità compatta. Precipitazioni su Triveneto, Emilia-Romagna, centro e sud peninsulare. Fenomeni a tratti intensi e localmente temporaleschi su Lazio e Campania. Nel pomeriggio rasserena su tutto il nord-ovest, Lombardia, e su vaste zone di Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise. Sempre chiuso con rovesci sul resto del sud, anche in Sicilia. Nevicate sulle Alpi orientali fino a 700-800 metri, a partire da 900-1.000 metri sull’Appennino centrale e meridionale. Venti ovunque sostenuti, tra ovest e nord-ovest al settentrione, da nord sulle Alpi, da sud-ovest sul resto dell’Italia. Possibili raffiche di Foehn al nord-ovest. Mari agitati. Temperature in possibile rialzo nei valori massimi al nord-ovest, in diminuzione altrove.

MARTEDI 10 GENNAIO ultime note di instabilità al sud, soleggiato altrove. Ventoso ovunque, mari centrali e meridionali agitati. Lieve ripresa delle temperature massime.

Luca Angelini