10 May 2021

.

Lunedì tornano le nevicate a quote medio-basse al nord

Smaltiti gli eccessi legati al transito della intensa perturbazione del weekend, si attenua anche l’apporto temperato e umido recato dai venti di Scirocco. Questi venti hanno fatto aumentare le temperature e risalire al nord le quote neve comportando la saturazione dei corsi d’acqua, già gonfiati dalla pioggia.

Ora subentra una massa d’aria diversa, più fredda e più instabile ma meno umida, che avrà due effetti in particolare: il primo sarà quello di diradare parzialmente la nuvolosità lungo i versanti orientali della Penisola (quelli riparati dal Libeccio freddo) e dall’altra porterà rovesci intermittenti sui versanti occidentali (Alpi e regioni tirreniche) accompagnandosi ad un calo del limite delle nevicate al nord.

In particolare, le quote neve dovrebbero attestarsi intorno a 300-400 metri in Piemonte, 400-600 metri in Valle d’Aosta (settori orientali), 500-700 metri in Lombardia, 600-800 metri sul Triveneto, fino a 900 metri sull’Appennino settentrionale, in particolare sul tratto ligure di Levante e su quello emiliano. Si tratterà di nevicate sparse, intermittenti, senza apporti particolarmente rilevanti. La discesa dello zero termico tuttavia limiterà ulteriore apporto nei fiumi dell’acqua di fusione, permettendo così un graduale miglioramento delle criticità, anche nelle zone recentemente alluvionate dell’Emilia.

Luca Angelini