Martedì 5 lieve variabilità generale; qualche rovescio prima di sera su parte del centro-nord

La pressione sull’Italia è in parziale aumento. Dal pomeriggio però un piccolo nucleo di aria fredda e instabile transiterà in quota sulle nostre regioni centro-settentrionali.

MARTEDI 5 MARZO situazione di generale variabilità: avremo temporanee schiarite alternate ad altrettanto temporanei addensamenti nuvolosi. Nella prima parte della giornata le precipitazioni saranno nel complesso poco probabili mentre tra pomeriggio e sera potranno verificarsi alcuni rovesci a carattere sparso al nord e nelle zone interne del centro, soprattutto a ridosso delle aree montuose. Per l’occasione i rovesci potranno assumere carattere nevoso a partire da 1.000-1.400 metri. I venti saranno moderati, a tratti anche forti di Maestrale sulle Isole. Più deboli altrove. I bacini di ponente saranno molto mossi o agitati. Le temperature sono previste in lieve rialzo nei valori massimi, ma in nuovo calo sulle Alpi dalla sera.

MERCOLEDI 6 MARZO ancora un po’ instabile al nord e al centro, con nubi irregolari, rovesci sparsi e nevicate a partire da 800-1.200 metri, anche se in attenuazione nel corso della giornata. Qualche scroscio non è da escludere anche in Campania. Per il resto abbastanza soleggiato e asciutto. I venti saranno ancora piuttosto sostenuti tra Ponente e Maestrale al centro-sud e in Sardegna dove i mari rimarranno molto mossi o agitati; le temperature perderanno qualche grado al centro, al nord e sull’Isola.

Luca Angelini