25 November 2020

Marzo in Italia: temperature quasi normali, ma troppa poca pioggia

Alla luce dei dati climatologici ufficiali riguardanti l’andamento dello scorso mese di marzo, due sono le evidenze che saltano all’occhio.

Prima: le TEMPERATURE si sono attestate complessivamente su valori leggermente al di sopra della norma. Lo scarto calcolato rispetto alla media presa in considerazione dal Centro Nazionale per le Ricerche ISAC/CNR (1981-2010) è stato di +0,37°C. Giusto per fare un confronto, il mese più caldo fu marzo del 2001, con uno scarto di +2.91°C.

Seconda considerazione, le PIOGGE: si sono attestate ovunque su valori nettamente inferiori alla media climatologica del periodo, ma in modo particolare sulle regioni settentrionali. In Italia nel mese di marzo è mancato all’appello circa il 60% delle piogge totali, che equivale all’anomalia negativa più elevata degli ultimi 60 anni. Il nord soffre di più con un deficit di piogge del 70%, cui segue il centro con il 59% e il sud con il 41%. Da segnalare che la situazione si trascina, a fasi alterne, dall’inizio dell’anno, tanto che il deficit di pioggia equivale a 23,4 miliardi di metri cubi di acqua, pari al volume del Lago di Como.

Luca Angelini

Powered by Siteground